Menu
Barolo 2014, un’annata ben riconoscibile

Barolo 2014, un’annata ben riconoscibile

Con questo post presentiamo i nostri Barolo 2014. Da molti considerata una stagione “minore” rispetto ad annate più calde e solatie come il 2010 o il 2012, in realtà, il 2014 riserva alcune piacevoli sorprese.

Diciamolo subito, il 2014 è stata un’annata difficile, simile al 2017 ma per ragioni diametralmente opposte. Se quest’estate ci hanno preoccupato la siccità e il caldo a tratti violento, tre anni fa il clima è stato piovoso, umido e poco solatio.

A fine stagione si contavano ben 200 ore in meno di irraggiamento, con precipitazioni record e basse temperature che, in vigna, avrebbero potuto sviluppare marciumi e uve poco mature.

Condurre un vigneto, tuttavia, significa impratichirsi nella “arte divinatoria”. Occorre essere un po’ vignaioli, un po’ sciamani. In parole povere, è necessario provare a interpretare i segni che la stagione ci offre, adottando tecniche e interventi colturali atti a compensare le difficoltà presentate dalla natura. Ovviamente, senza stravolgere l’identità che ogni annata esprime seguendo il corso e i ritmi delle stagioni.

Il Barolo La Serra 2014 e il Barolo Brunate 2014 saranno disponibili a partire da gennaio 2018

Attenti diradamenti e costanza nella qualità

Dopo aver attentamente vagliato e cercato di capire l’andamento stagionale, siamo corsi ai ripari con attente vendemmie sul verde e diradamenti mirati. L’obbiettivo degli interventi in vigna è stato quello di limitare la quantità di grappoli prodotti dai tralci per concentrare in quelli rimasti la forza vitale delle piante e – di conseguenza – la qualità del frutto vendemmiato.

L’impegno di Marcarini è una costanza alla qualità. Anche in annate potenzialmente abbondanti dal punto di vista quantitativo, preferiamo agire sulla qualità, diminuendo volontariamente le rese per raccogliere soltanto il frutto migliore. Attraverso i diradamenti abbiamo assicurato una vendemmia eccellente, pur riducendo il raccolto di un 30%, a cui si aggiunge un’altra perdita del 10% dovuta alla grandinata di luglio.

Che tipo di Barolo ci regala il 2014?

Veniamo ai Barolo 2014, disponibili a partire da metà gennaio del prossimo anno. Gli assaggi indicano un’annata dalla spiccata identità. Vini dotati di una complessità leggermente inferiore rispetto a vintage “classici”, ma molto ben bilanciati, estremamente eleganti, con un notevole equilibrio tra gusto e profumi: Barolo che si distingueranno per finezza e aromi caratterizzanti.

Un’annata pronta e “personale”.

Il 2014 sarà un’annata dalla personalità netta e inequivocabile, che potrà essere apprezzata da esperti e bevitori occasionali. Da una parte, gli intenditori potranno fare paragoni e confronti, cercando di descriverne peculiarità e differenze. Dall’altra, i neofiti avranno una piacevole sorpresa: i Barolo 2014 si presenteranno con una veste estremamente piacevole, grazie una beva pronta e squillante appena verranno messi in commercio. Non sarà dunque necessario aspettare anni di permanenza in bottiglia per gustare e riconoscere i Barolo del 2014: pur giovani, regaleranno emozioni del tutto simili a bottiglie ben più invecchiate.

Facebook Twitter Google+ Pinterest

Lascia un commento

Marcarini - Azienda Agricola
Marcarini - Agriturismo
Marcarini - Wine Shop
Piazza Martiri, 2
La Morra (CN) Italia
Tel +39 0173 50222
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Località Tinella, 19
Neviglie (CN) Italia
Tel +39 0173 630004
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via Umberto I, 34
La Morra (CN) Italia
Tel. +39 0173 50222
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
×